9 miti da sfatare su WordPress: facciamo chiarezza

Ci sono alcuni miti da sfatare su WordPress che spesso sono additati dai principianti. Oggi ne vediamo 9 e cerchiamo di dare qualche dato in più!
Ultima modifica il 3 Aprile 2021
Tempo di lettura: 11 min.

Nonostante WordPress sia il CMS e site builder più popolare al mondo, ci sono molte informazioni errate a riguardo su internet. Alcuni di questi comuni miti e idee sbagliate su WordPress finiscono per confondere gli utenti e portarli a scegliere la piattaforma sbagliata. In questo articolo, affrontiamo 9 miti da sfatare su WordPress con spiegazioni dettagliate, in modo che tu possa scegliere la migliore piattaforma web per le tue esigenze (sia che si tratti di WordPress o meno).

Miti da sfatare su WordPress

Nota: Quando parlo di WordPress, intendo di WordPress.org, da non confondere con WordPress.com. Sono due piattaforme diverse.

1. È solo uno strumento per blog

Miti da sfatare su WordPress - blogging

Uno dei miti da sfatare su WordPress è quello per cui viene confuso con un semplice software di blogging.

Non lo è.

WordPress è un potente site builder che può essere usato per costruire quasi ogni tipo di sito web immaginabile. Alimenta quasi il 40% di tutti i siti web su internet, e un gran numero di questi siti web non sono solo blog.

WordPress è usato per siti aziendali, per costruire un negozio online, riviste online e molto altro ancora. È usato dai governi, dalle università e da molte aziende Fortune 500.

Il popolare plugin di WordPress per l’eCommerce, WooCommerce, è in realtà la più grande piattaforma di eCommerce del mondo (più grande di Shopify, Magento e altri).

Vuoi avviare un sito web non-blog utilizzando WordPress? Ecco alcune guide che potresti trovare utili qui sul blog.

Queste sono solo le risorse che ho qui sul blog, ma troverai molto altro in rete e anche qui arriveranno nuove guide!

2. WordPress non è sicuro

Miti da sfatare su WordPress - sicurezza

Un altro mito comune che sento spesso è che WordPress è meno sicuro di altri software proprietari.

WordPress è molto sicuro, e questo è uno dei motivi della sua popolarità. WordPress è un software open source, il che significa che il suo codice sorgente è disponibile online per chiunque possa studiare e trovare scappatoie di sicurezza.

WordPress è estremamente flessibile e la sua sicurezza può essere ulteriormente rafforzata facendo qualche passo in più.

Gli attacchi di malware e i brute force sono comuni sul web e non si limitano solo a WordPress. Per questo motivo ci sono servizi di sicurezza specializzati come Sucuri o MalCare che forniscono un servizio di monitoraggio e un firewall del sito web per proteggere dalle comuni minacce del web.

Puoi rendere il tuo sito WordPress ancora più sicuro prendendo semplici passi come l’utilizzo di password forti e seguendo alcune best practice di sicurezza.

Ho preparato una guida alla sicurezza WordPress per il 2021, che ti permette di mettere al sicuro il tuo sito WordPress sotto molti aspetti.

Gli sviluppatori mettono a disposizione il codice, sta poi all’utente usarlo nel modo corretto. Pensala così: se ti regalano una bici, non ce la metti una catena quando la parcheggi fuori da casa?

Non ci vuole molto per mettere in sicurezza un sito WordPress ed è possibile farlo a prezzi molto bassi.

3. WordPress non supporta gli e-commerce

Miti da sfatare su WordPress - ecommerce

Un altro mito da sfatare su WordPress è che non supporta l’e-commerce. Per impostazione predefinita, WordPress non ha la funzione di carrello.

Tuttavia, ci sono molti plugin di WordPress che aggiungono funzionalità di e-commerce a WordPress. Il più popolare di essi è WooCommerce, che alimenta più del 42% dei siti web di eCommerce nel mondo, ed è gratuito nella sua versione basilare.

Sia che tu voglia vendere beni fisici che prodotti digitali, potrai farlo abbastanza facilmente con uno dei plugin di e-commerce di WordPress.

4. Il futuro di WordPress è incerto

Miti da sfatare su WordPress - futuro

WordPress è un software libero e open source. Molte persone che non sanno come funziona il software open source, credono nel mito che il futuro di WordPress non sia chiaro e che potrebbe sparire all’improvviso.

Ok, togliamo anche questo dai miti da sfatare su WordPress. La piattaforma non è sviluppata da una sola persona, ma da una comunità di sviluppatori appassionati e professionali. È un marchio protetto di proprietà di un’organizzazione no-profit chiamata WordPress Foundation, che protegge il marchio WordPress e promuove il software open source.

Ci sono migliaia di piccole e grandi aziende WordPress che vendono prodotti e servizi basati su WordPress. Molte di queste aziende partecipano attivamente alla comunità WordPress.

La comunità WordPress non è una sola azienda, persona o un piccolo gruppo che sparirebbe all’improvviso. È composta da centinaia e migliaia di persone provenienti da tutto il mondo. Mentre WordPress stessa è libera, questo ecosistema da solo alimenta milioni di dollari di entrate annuali per le aziende coinvolte.

In breve, WordPress non va da nessuna parte e il suo futuro è luminoso.

5. C’è poco supporto disponibile online

Miti da sfatare su WordPress - supporto

Un’altra preoccupazione comune espressa da alcuni utenti principianti è che, non pagando nessuno per usare WordPress, non c’è nessuno ad aiutarli quando hanno bisogno di supporto.

C’è un mucchio di supporto gratuito di WordPress disponibile su tutto il web. WordPress.org, il sito ufficiale, ha un forum di supporto molto attivo dove potete fare le vostre domande gratuitamente e ricevere aiuto da altri utenti WordPress.

Plan B Project stesso è un sito di risorse online gratuito con un sacco di tutorial WordPress e guide.

Ecco alcune delle risorse utili che puoi trovare sotto il nome Plan B Project:

  • Blog: Il luogo centrale per tutti gli articoli e guide su WordPress
  • Canale YouTube: Hai bisogno di istruzioni video? Iscriviti al canale in cui ogni settimana affronto nuovi temi su WordPress
  • Video Corsi: Vuoi seguire un corso in modo da costruire una solida base di conoscenza? Allora i miei corsi su Udemy sono quelli che fanno per te!
  • Newsletter: La newsletter è il mezzo ideale per ricevere tutti gli aggiornamenti e gli sconti offerti da Plan B Project.

Tuttavia, se ti sentissi più a tua agio a pagare un esperto, allora puoi contattarmi per una prima consulenza gratuita per poi ricevere un preventivo o dei consigli per il futuro. Offro anche servizio di consulenze continuative.

6. WordPress è gratuito e quindi di scarsa qualità

Miti da sfatare su WordPress - qualità

Un altro mito da sfatare su WordPress è il seguente: poiché è gratuito, allora deve essere di bassa qualità. I principianti mi chiedono perché gli sviluppatori dovrebbero fare un buon lavoro per un software libero?

WordPress non è sviluppato da una sola persona o da un piccolo team. È sviluppato da migliaia di sviluppatori ed è usato da milioni di siti web. Il codice è open source e chiunque può leggerlo, esaminarlo ed esaminarne la qualità.

Segue e aderisce alle migliori pratiche di programmazione. Il codice dietro WordPress è solido come una roccia, amichevole per gli sviluppatori, aperto e gratuito. È anche un sistema editoriale all’avanguardia con un’interfaccia molto facile da usare. Questo è il motivo per cui WordPress è immensamente popolare e molto più avanti di qualsiasi altro software CMS nel mondo.

WordPress è utilizzato da alcuni dei più grandi marchi, tra cui, ma non solo, CNN, Microsoft, Adobe, The New York Times e molti altri.

Ancora convinto che sia di scarsa qualità?

7. I siti WordPress sono tutti uguali

Miti da sfatare su WordPress - siti uguali

Un mito comune tra i principianti è che tutti i siti WordPress si assomigliano. WordPress utilizza temi che controllano l’aspetto visivo di qualsiasi sito web WordPress e ci sono migliaia di temi WordPress disponibili. Molti di essi sono gratuiti, ma si dispone anche di una vasta collezione di temi WordPress premium.

Ci sono negozi di temi come ThemeIsle, Envato Market e molti altri che vendono temi WordPress splendidamente progettati per tutti i tipi di siti web. Questi temi sono dotati di opzioni di personalizzazione proprie, in modo da poter cambiare i colori, il layout, aggiungere il proprio logo e fare tutto quello che vuoi con il tuo tema.

Infine, ma non meno importante, ci sono potenti plugin per la creazione di pagine WordPress che permettono di utilizzare una semplice interfaccia drag and drop per creare i propri layout senza alcuna abilità di programmazione.

Uno dei miei preferiti, per cui ho anche pubblicato un corso che sta avendo enorme successo è Elementor! Il corso è il più completo in lingua italiana e se fossi interessato, iscrivendoti alla newsletter, riceverai uno sconto proprio per quel corso.

Tornando al mito da sfatare: se i siti WordPress appaiono simili tra loro è per una mancanza di fantasia, non certo di possibilità di personalizzazione!

8. WordPress è per principianti

Miti da sfatare su WordPress - code

Un altro mito da sfatare che spesso sento da utenti che non ne sanno molto di WordPress è che è più adatto ai principianti che non conoscono alcun CSS, HTML o programmazione.

Questo non è del tutto vero. Mentre WordPress è estremamente facile da usare per i principianti, è anche usato da aziende, imprese e sviluppatori. WordPress è ugualmente popolare tra i principianti e gli utenti di livello avanzato.

I principianti possono creare i loro siti web senza imparare alcuna programmazione o altre abilità specifiche di web design. Per gli sviluppatori, WordPress offre una grande flessibilità per estendere il software con codice personalizzato utilizzando plugin e temi.

Pensarlo come software per principiante è davvero riduttivo!

9. WordPress non supporta siti di grandi dimensioni o traffico

Altro mito da sfatare su WordPress promosso dagli sviluppatori di altre piattaforme che non riconoscono che alimenta alcuni dei siti web più popolari su Internet. Questo include siti web ad alto traffico come Techcrunch, The New Yorker, Variety e il noto WPBeginner.

Dal momento che WordPress è una piattaforma auto-ospitata, sei responsabile di gestire le sue prestazioni e di scalare le risorse del server man mano che il sito cresce. Ancora una volta non è il mezzo da incolpare, ma chi lo gestisce maldestramente.

Se non vuoi occuparti del lato tecnico, allora puoi usare un provider di hosting WordPress gestito come Kinsta che si occupa del lato tecnico per te.

Spero che questo articolo ti aiuti a sfatare i più comuni miti su WordPress e a capire meglio il suo potenziale. Se è vero che iniziare a usare la piattaforma non è molto complicato e tutto sommato davvero user friendly, bisogna anche ammettere che le possibilità sono davvero incredibili.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

I corsi di Plan B Project su Udemy

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un'attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni