Vantaggi di un blog: 10 motivi per averlo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Avere un blog ospitato sul proprio portale può fare la differenza agli occhi del cliente e di Google. Afferma la tua competenza con articoli.
Ultima modifica il 23 Febbraio 2021
Tempo di lettura: 8 min.

Mi è capitato che un cliente mi chiedesse quanto fosse utile avere un blog aziendale al giorno d’oggi. Ci stavamo organizzando per fare una lunga campagna di promozione di link affiliati da affiancare al core business della sua azienda. In quel caso il cliente aveva un canale YouTube da oltre 100k iscritti, altrettanti su instagram e un sito in cui voleva promuovere dei link affiliati, oltre all’immagine del protagonista del brand. L’ambito era quello della cucina e i suoi video di ricette pieni di commenti di richieste su quali utensili venissero usati nel video stesso.

Inizi a intuire come un blog potesse tornare utile in quel caso? Ovviamente non un blog inteso come un diario personale pubblicato online, ma proprio un blog aziendale, che fornisse informazioni utili e facili da leggere per i fan del brand.

Oggi vediamo una lista di motivi per cui conviene avere un blog sul proprio sito.

1. Attirare pubblico

Blog Audience

Il blog ti permette di raggiungere i miliardi di persone che usano Internet. Bloggare può aiutarti a promuovere te stesso o il tuo business. Funziona come un metodo per attrarre il pubblico perché fornisce qualcosa di valore prima di chiedere qualcosa in cambio.

Su cosa preferiresti cliccare, una pagina intitolata “Come promuovere il tuo blog”, o una pagina intitolata “Compra i miei servizi di consulenza”? Creando un blog di valore, puoi attirare un pubblico ed eventualmente convertirlo in clienti, partner, amici o altro.

3. Stabilire Autorità

Avere un blog e scrivere su argomenti importanti che sono rilevanti per il tuo pubblico, ti afferma come un’autorità sul mercato e migliora la tua immagine professionale. Un blog è per i professionisti degli anni 2000 quello che era un biglietto da visita negli anni 90. I blog sono i nuovi biglietti da visita. (Circa)

3. Costruisci un rapporto e converti

Blog conversione

Il blogging può convertire il traffico in lead e i lead in clienti. Bloggando puoi “scaldare” le tue fredde call to action e il traffico provienente dalle pubblicità. Se qualcuno dovesse vedere la tua CTA, sarà più ricettivo se ha letto il tuo blog e ne ha percepito il valore.

Infatti, è indispensabile che i contenuti che pubblichi siano di valore. Per un approfondimento, ti rimando a un articolo specifico qui sul blog.

4. Creare opportunità

Avere un blog può portare ad altre opportunità di business e di traffico. Per esempio, dopo aver cominciato con gli articoli su WordPress, ho capito che erano molto utili e ho deciso di iniziare a insegnare su Udemy proprio WordPress e il web design in generale.

Bloggare permette a chiunque abbia qualcosa di interessante o di valore da dire di essere identificato come un esperto in merito. Questo è molto potente come strumento.

Attenzione: La filosofia fake it until you make it, cioè fai finta finché non sei in grado, può funzionare all’inizio, ma poi il pubblico pretenderà qualità e contenuti utili e reali. Se non li avrai, il pubblico sparirà.

Inoltre, i contenuti cheap sono ben riconoscibili.

5. Organizza i tuoi pensieri e impara

Blog - Impara facendo

Il blogging ti costringe ad insegnare a te stesso ciò che non conosci e ad articolare ciò che conosci. Quando inizi a scrivere un post sul blog, sei costretto a organizzare i tuoi pensieri.

Se ci sono delle lacune nell’argomento di cui stai scrivendo, dovrai colmarle. Scrivere e articolare i tuoi pensieri è un ottimo modo per interiorizzare qualcosa che hai imparato o che hai sperimentato. Scrivere ti aiuta a familiarizzare con l’argomento di cui stai scrivendo.

6. Racconta la tua storia

Avere un blog ti permette di essere la tua stessa azienda di PR. Puoi raccontare la tua storia nel modo in cui vuoi raccontarla senza dipendere dai giornalisti. Quando scrivi su un argomento di tuo interesse, puoi decidere come raccontare una storia, quali informazioni includere e quali escludere.

Non tutti lo sanno fare, sia chiaro, ma la possibilità di usare lo storytelling come strumento professionale è davvero ottima!

7. Incontrare nuove persone, fare network

Il pubblico che attiri attraverso il blogging non è solo il tuo pubblico. Possono diventare tuoi amici, colleghi, partner, etc.

Ci sono molte persone che mi hanno contattato direttamente dopo aver letto il mio blog o dopo un video su YouTube o nei corsi su Udemy.

Avere una rete di persone interessate al tuo lavoro è stimolante e allo stesso tempo offre ottimi feedback da parte di chi ti apprezza e vuole vederti migliorare.

8. Distinguersi

Solo l’1 per cento degli utenti di Internet crea attivamente nuovi contenuti, mentre l’altro 99 per cento dei partecipanti li visualizza semplicemente.

Con un blog di qualità che offre valore aggiunto, ci si separa dal 99 per cento delle persone che non lo hanno. Distinguersi è essenziale in un’economia sempre più competitiva.

9. Convalidare la competenza

I blog possono anche essere dei curriculum o meglio, dei portfolio. Bloggando su un argomento di cui vorresti essere considerato un esperto, puoi illustrare a lettori, datori di lavoro e alla tua rete di contatti, che sei abile e competente.

10. Guadagnare soldi

Se hai un blog con molti lettori, ci possono essere diverse opportunità di monetizzare direttamente il blog. Ma puoi anche monetizzare l’abilità di cui scrivi al di fuori del blog. Prendi Plan B Project, per esempio: dal blog sono passato a costruire dei video corsi e ora ho aperto anche un canale YouTube. Non tutti porta ritorno economico diretto, ma tutto concorre a un’ottima reputazione e di conseguenza più clienti e migliori contatti.

Nell’economia di oggi, essere diversificati e avere fonti di reddito aggiuntive può essere estremamente vantaggioso. Se si ha un lavoro che non paga quanto si vorrebbe, o se si vuole semplicemente guadagnare qualcosa in più, il blogging può essere un’ottima fonte di reddito secondario a lungo termine.

Il reddito generato dal blogging può anche essere “passivo”, nel senso che può essere automatizzato e non è direttamente correlato alla quantità di tempo che ci metti. I video corsi, per esempio, sono un reddito passivo, ora che sono pubblicati.

Come indirizzare il traffico verso il tuo sito web

Pensa ai modi in cui le persone trovano il tuo sito Web:

  • Potrebbero digitare il tuo nome direttamente nel browser, ma questo è un pubblico che hai già. Sanno chi sei, sei sul loro radar e questo non ti aiuta a ottenere più traffico oltre a quello che stai già ricevendo.
  • Puoi pagare per il traffico acquistando un elenco di e-mail, sperando che alcune persone aprano i tuoi messaggi e facciano clic nel link che proponi. Ma è costoso e credo anche illegale.
  • Puoi pagare per il traffico acquistando annunci a pagamento, che sono legali, ma comunque costosi. Nel momento in cui rimani senza soldi, anche il tuo traffico smette di arrivare.

Pensa a quante pagine ci sono sul tuo sito. Probabilmente non moltissime, giusto? Ora pensa a quanto spesso aggiorni le pagine. Probabilmente non così spesso, vero? Bene, i blog aiutano a risolvere entrambi questi problemi che forse non sapevi nemmeno di avere.

Ogni volta che scrivi un post sul blog aziendale, è un’altra pagina indicizzata sul tuo sito, il che significa che è un’altra opportunità per te di mostrarti nei motori di ricerca e portare il traffico organico al tuo sito.

Il blog ti aiuta anche a essere scoperto tramite i social media: ogni volta che scrivi un post sul blog, crei contenuti che le persone possono condividere sui social che aiutano a esporre la tua attività a un nuovo pubblico che potrebbe non conoscerti ancora.

Puoi incrementare la tua copertura sociale con i contenuti del blog e indirizzare nuovi visitatori del tuo sito web tramite i tuoi canali social.

Avere un blog da affiancare alla tuo core business è un investimento di tempo con un ritorno economico diretto o indiretto. Però dovrai avere cura di fornire contenuti di qualità, utili ai tuoi visitatori e al target che vuoi raggiungere (che ipotizzo siano i potenziali clienti del tuo core business).

Approfondiremo l’utilità del blog in altri articoli, ma spero di averti dato un’infarinatura concreta sulla sua utilità.

Fammi sapere cosa ne pensi lasciandomi un commento! Iscriviti alla newsletter per ricevere sconti sui miei corsi Udemy di Web Design e le novità dal sito e dal canale YouTube.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Staging in Wordpress come fare
Come si usa WordPress
Staging in WordPress facilissimo [guida 2021]

Tempo di lettura: 13 min. Un sito di staging in WordPress è ideale per testare le modifiche prima di renderle operative. Vediamo come creare uno staging con e senza plugin.
#staging #wordpress #test #pluginwordpress

Leggi Tutto »
Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni