Elementor per WordPress è davvero così buono?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
#Elementor per #WordPress è il page builder più diffuso e migliore in circolazione. Capace di creare interi temi e di fare unico il tuo sito! Scopriamolo insieme!
Ultima modifica il 23 Febbraio 2021
Tempo di lettura: 14 min.

Non sei sicuro che Elementor per WordPress sia il plugin ideale per la creazione delle pagine del tuo sito? In questa introduzione ad Elementor, ti mostrerò di cosa si tratta. Elencherò tutti i pro e i contro e ti aiuterò a decidere se utilizzarlo o meno.

Se ancora non sapessi come usare WordPress, ti consiglio una guida qui sul sito per la creazione di un sito web da zero con WordPress.

Elementor in breve

Elementor per WordPress
Clicca sull’imma

Elementor è un plugin drag-and-drop per la creazione di pagine per WordPress. Questo vuol dire che

  • Elementor consente di creare post e pagine dall’aspetto originale ed unico.
  • Avrai un’interfaccia separata per lavorare su post e pagine. La maggior parte del vostro lavoro non avviene nell’editor di blocchi standard che viene fornito con WordPress (Gutenberg).
  • Non richiede alcuna abilità di HTML/CSS/PHP/coding. Tutto può essere fatto attraverso una pratica e intuitiva interfaccia utente.
  • Funziona direttamente sul front end del sito. Il che significa che mostra subito i risultati del lavoro in un vero e proprio WYSIWYG (Quello che vedi è quello che ottieni).
  • È possibile utilizzarlo per creare qualsiasi layout di contenuto o layout di pagina che si possa immaginare, in modo indipendentemente da ciò che il tema WordPress attuale ti permette di fare.
  • Funziona con tutti i temi di WordPress, in modo da poter mantenere il vostro design attuale e ottenere comunque tutte le chicche con cui Elementor viene fornito.

Tutto considerato, il vantaggio principale dell’utilizzo di Elementor è la possibilità di creare layout/progetti di pagina impressionanti, anche se non si è un professionista né si ha alcuna esperienza nella costruzione di siti.

Questo principio del fai da te sembra in voga tra gli utenti. Al momento in cui scrivo, oltre 5 milioni di siti web WordPress hanno installato e attivato Elementor. È un numero sconcertante, e dimostra che Elementor ha davvero preso d’assalto il web.

Funzionalità e benefici

Elementor viene fornito di base con una buon numero di funzionalità molto utili:

  • In primis, c’è l’editor principale che costruisce la Funzionalità stessa. Ne parleremo tra un minuto.
  • Ci sono più di 90 elementi/moduli/widget di contenuto tra cui scegliere: immagini, intestazioni, pulsanti, caroselli, contatori, barre di avanzamento, testimonianze e altro ancora.
  • La maggior parte delle cose funziona con un sistema drag-and-drop. Si può prendere qualsiasi elemento e spostarlo in un nuovo punto semplicemente trascinandolo sullo schermo.
  • Ciò che vedi è ciò che ottieni: il che significa che la versione della pagina che vedi nell’interfaccia di Elementor è esattamente ciò che i tuoi visitatori vedranno. Non era certo così con siti prodotti con HTML e CSS, la vecchia scuola.
  • Le pagine sono tutte mobili e SEO-friendly. Questo grazie alla struttura semanticamente corretta delle pagine stesse.
  • C’è una libreria di modelli di pagina pre-formattati che possono essere importati e modificati. Al momento della stesura dell’articolo erano disponibili oltre 150 modelli gratuiti e oltre 300 modelli pro. Inoltre, è possibile salvare i propri modelli (chiamati template).
  • Nella versione Pro di Elementor, puoi usare il Theme Builder, che permette di modificare completamente il tema personalizzandolo al 100%. Per esempio l’intestazione, il piè di pagina, il modello del singolo post o gli archivi del vostro blog.
  • C’è anche un modulo WooCommerce Builder completamente nuovo. È simile a Theme Builder, ma questo permette di rifare tutte le pagine predefinite di WooCommerce, come la singola pagina del prodotto o l’archivio dei prodotti.

Come ho detto prima, la funzionalità principale del plugin è quella di permettere di costruire, modificare e regolare le pagine liberamente. E poi vedere il risultato in tempo reale.

Questa funzione di anteprima dal vivo significa che non dovrai chiederti come sarà la pagina una volta pubblicata. E non dovrai nemmeno passare dal backend and frontend in continuazione ricaricando le pagine.

Quindi, cosa puoi fare esattamente? Innanzitutto, Elementor ti permette di sfruttare molti elementi/moduli di contenuto, che puoi posizionare ovunque sulla pagina. È poi possibile riorganizzare tali elementi con il suddetto supporto drag-and-drop.

Gli elementi di contenuto disponibili comprendono titoli, immagini, paragrafi di testo, video, pulsanti, divisori, distanziatori, icone, gallerie di immagini e caroselli, contatori, testimonianze, icone dei social media, codici brevi e molto altro ancora. Inoltre, è possibile utilizzare qualsiasi widget già presente sul sito WordPress.

Elementor per WordPress
La panoramica dei soli widget gratuiti.

Inoltre, in Elementor c’è una storia delle revisioni completa, il che significa che si può tornare ad una versione precedente della pagina (nel caso in cui si sia fatto un errore e non si sappia come risolverlo).

E non solo: usando i piccoli interruttori in basso, è possibile passare dalla preview di un dispositivo all’altro e regolare i dettagli per rendere la pagina perfetta ovunque.

Elementor Display Option
Il menù per la selezione della visuale di preview

Il prezzo di Elementor per WordPress

E’ gratis.

Ok, per mantenere onesta questa recensione di Elementor, dovrei probabilmente menzionare che c’è anche un’edizione Pro disponibile. Ma non ne avete davvero bisogno per godervi, diciamo, l’80% delle meraviglie di Elementor.

Il plugin principale è disponibile tramite il repository ufficiale di WordPress oppure dal loro sito. Non ci sono costi nascosti o iscrizioni/registrazioni necessarie. La versione gratuita è limitata, ma rimane gratuita per sempre!

Ora, a proposito di quell’edizione Pro. Ammetto che presenta alcune cose interessanti che piaceranno agli utenti che vogliono qualcosa di più:

  • Più di 50 elementi/moduli aggiuntivi di contenuto
  • Oltre 300 modelli di pagina aggiuntivi
  • Theme Builder, il modulo in cui è possibile modificare le intestazioni e i piè di pagina del tema corrente, così come creare template per pagine, articoli, prodotti o custom post. Insomma, per creare un tema da zero!
  • WooCommerce Builder, il modulo che permette di ricostruire le pagine dei prodotti WooCommerce
  • Popup Builder, un modulo dove puoi costruire pop-up e integrarli con un modulo opt-in o con qualche offerta speciale / sconto
  • Visual Form Builder, viene fornito con integrazioni con strumenti di marketing popolari
  • È possibile creare Widget Globali e poi riutilizzarli in tutto il sito.
  • Aggiungi CSS personalizzato a qualsiasi blocco Elementor
  • Distribuire gli elementi Elementor nelle barre laterali e nei widget

Personalmente, invece che implementare Elementor in un tema già installato, preferisco usarlo assieme al tema Hello Elementor. Questo tema, sviluppato appositamente per il plugin, è neutro e permette un’integrazione completa con Elementor per WordPress.

Attraverso l’uso del Theme Builder, gestisco i template che compongono il mio tema.

Usare il page builder

Entriamo nella sezione più pratica dell’articolo.

Elementor è un plugin per WordPress, anche se un po’ più avanzato. Per farlo funzionare, è necessario prima installarlo e attivarlo. Questo è il procedimento standard proprio come con qualsiasi altro plugin di WordPress.

Dopo di che, c’è un pannello di impostazioni che puoi visitare se vuoi, ma non è obbligatorio. Puoi andare direttamente alle pagine WordPress e crearne una nuova. Subito dopo, vedrai l’opzione “Modifica con Elementor”:

Modificare una pagina con elementor
Il pulsante per accedere all’editor di Elementor da ogni pagina o post.

Cliccando sul pulsante, entrerai nella user interface di Elementor, da cui puoi gestire tutti gli elementi della pagina.

L’interfaccia di Elementor
  1. La sezione principale, dove si possono mettere i blocchi di contenuto e impostarli
  2. Gli elementi di contenuto disponibili
  3. Qui è dove si può accedere alle impostazioni di Elementor per tutto il sito (colori, font e così via)
  4. Questo è il modo in cui si torna a visualizzare gli elementi di contenuto
  5. Le impostazioni globali della pagina su cui state lavorando
  6. La storia di revisione della pagina
  7. Il dispositivo di visuale (desktop, tablet, mobile)
  8. Le modifiche di anteprima
  9. Pubblicare la pagina

Per costruire una pagina di base con Elementor, è necessario prima di tutto comprendere la gerarchia della struttura che la pagina utilizza:

  • Una pagina può contenere un numero qualsiasi di sezioni
  • Ogni sezione ha una o più colonne
  • Ogni colonna può contenere uno o più elementi di contenuto (widget / moduli)
  • Infine, ogni elemento di contenuto può avere stile individuale

Quindi, la struttura gerarchica è la seguente:

Pagina → Sezioni → Colonne → Contenuto → Stile

Come iniziare

Per iniziare, è possibile aggiungere un modello già pronto o includere una sezione vuota:

I pulsanti per aggiungere le sezioni o includere template salvati in precedenza

All’interno di questa nuova sezione, è possibile aggiungere nuove colonne, e poi popolarle con il contenuto semplicemente trascinando e rilasciando specifici blocchi dalla barra laterale. E, naturalmente, è possibile riorganizzare le sezioni anche con il drag-and-drop.

Una volta che si dispone di un blocco di contenuto, è possibile fare clic su di esso per regolare i dettagli di ciò che è contenuto, così come la sua presentazione (stile). Ci sono tre schede principali disponibili per questo: Contenuto, Stile e Avanzato.

Pannelli dei moduli
I pannelli dei moduli a disposizione

In questo modo, uno per uno, si può lavorare con singoli blocchi di contenuti fino a quando non si ha l’intera pagina pronta.

Nel complesso, Elementor è molto facile da usare e abbastanza intuitivo. Una volta afferrata la gerarchia pagina/struttura e acquisita la conoscenza di tutti gli elementi di contenuto, lavorare con le pagine diventa piuttosto divertente.

Le cose di fanno particolarmente interessanti quando si inizia ad entrare in alcune delle funzioni più avanzate, per esempio:

  • sperimentare con lo z-index degli elementi, per posizionare i moduli come livelli sull’asse di profondità
  • personalizzazione dello stato on-hover degli elementi, modificandone l’aspetto in base alla posizione del cursore
  • impostare le transizioni tra le sezioni

Per un uso avanzato, è utile una conoscenza pregressa di CSS e HTML per comprendere appieno cosa sia possibile fare con le diverse impostazioni dei menù.

Template pre-costruiti

Le capacità di progettazione di Elementor sono molto impressionanti, ma cosa succede se non si ha idea di come progettare un sito? Si può usare uno dei tanti modelli pre-costruiti e forniti da Elementor.

E quando dico tanti, intendo davvero tanti. Ci sono oltre 150 modelli disponibili nella versione gratuita e oltre 300 nella versione Pro. Questi includono moduli, sezioni e intere pagine.

Se questo non bastasse, si ottengono anche quelli che si chiamano Kit Elementor. Collezioni di modelli che seguono tutti la stessa estetica del design e permettono di creare un sito web completo e coerente in pochissimo tempo.

La libreria contiene tutti i tipi di pagine comuni per diversi scopi. Troverai una selezione di pagine informative, pagine di contatto, homepages, landing pages (anche per varie nicchie, come ad esempio un hotel, un ristorante e così via), portfolio, team pages e molto altro ancora.

Non solo puoi importare i modelli nella pagina, ma puoi anche modificarli liberamente fino ad ottenere il risultato esatto che desideri.

Infine, è possibile salvare le proprie pagine come modelli e poi riutilizzarle su un’altra pagina o condividerle con la community pubblicamente sul web.

Per chi è Elementor?

Una cosa che devo ammettere è che sono davvero impressionato da questo strumento. Ho usato tutti i principali plugin per la creazione di pagine, ma continuo a tornare a Elementor come la mia soluzione più affidabile.

Elementor è il più facile da afferrare dei page builder, ed è anche quello che vi offre il maggior numero di funzioni gratuitamente.

Essenzialmente, è la perfetta soluzione per le persone che vogliono creare fantastici progetti di pagine tutto da soli senza avere alcuna abilità di codifica, conoscenza di HTML o CSS.

Elementor sarà anche utile se ti senti un po’ limitato da ciò che l’editor di blocchi di default di WordPress ti permette di fare. Se hai difficoltà a mettere i tuoi contenuti dove vuoi, ad allineare le colonne o ad aggiungere immagini in un modo specifico, allora Elementor ti aiuterà a fare tutto questo.

In fin dei conti, Elementor è per le persone che vogliono progettare belle pagine per i siti web senza dover per forza studiare codici e teoria web.

Conclusioni

Allora, Elementor è meglio della concorrenza? Beh, dipende da come la si vede.

Anche se il mercato dei page builder è cresciuto molto negli anni, i due principali concorrenti di Elementor sono sempre gli stessi: Beaver Builder e Divi Builder. Così, per molti, la scelta di un builder si riduce a decidere tra Elementor, Beaver e Divi.

E giustamente! Tutti e tre gli strumenti sono ottimi. Sono in assoluto i migliori costruttori di pagine. Tuttavia, allo stesso tempo, nessuno è migliore degli altri in tutto e per tutto. In definitiva, sia che usiate Elementor, Beaver o Divi, dipende dalle tue preferenze personali e dal tipo di caratteristiche che sono importanti per te, oltre al gusto personale delle interfacce utente.

Tuttavia, c’è una cosa che pone Elementor molto più avanti degli altri. Questa cosa è il prezzo.

Pu essendoci una versione Pro di Elementor disponibile, si ottiene un buon 80% delle meraviglie del plugin gratuitamente. Beaver e Divi non offrono la stessa cosa. Questo rende Elementor la migliore prima opzione per chiunque cerchi un plugin per il page builder.

Pro

  • È gratis. La maggior parte dei nuovi siti web non avrà bisogno di passare al Pro, almeno per i primi tempi
  • Ha una gamma eccezionale di funzioni ed è facile da usare
  • Anche in questo caso, la gamma di funzioni disponibili gratuitamente è più che impressionante
  • Permette di costruire layout di pagina e design personalizzati che potrebbero non essere disponibili nel tema corrente e non richiede competenze HTML, CSS o PHP (anche se per l’uso professionale sono consigliati)
  • Caratteristiche come l’editing del testo in linea e le anteprime in tempo reale ti danno una vera interfaccia di editing WYSISWG
  • La possibilità di regolare separatamente la vista del desktop, del tablet e del cellulare
  • Ci sono impostazioni molto dettagliate per tutti gli allineamenti, i margini e i valori del padding. Letteralmente nulla è al di fuori del tuo controllo.

Contro

  • L’aggiunta di uno stile personalizzato ai link non sempre va come previsto. Potresti rimanere bloccato con le impostazioni predefinite di Elementor per la tipografia e i colori, che potrebbero non essere quello che vuoi. Possono comunque essere cambiate a monte
  • Se qualcosa è fuori allineamento sulla pagina, può essere difficile individuare l’esatto valore del margine colpevole. Ogni sezione, colonna ed elemento ha le proprie impostazioni di margine e rientro. Progettare in modo ordinato è essenziale!

Verdetto finale

Per concludere questo articolo su Elementor, direi che se hai bisogno di un superbo plugin gratuito per la creazione di pagine drag & drop per WordPress, Elementor è il tuo strumento di lavoro. Nonostante ci siano altre alternative sul mercato, Elementor si distingue come l’unica soluzione che può essere utilizzata da chiunque (anche dai principianti), e non ti costringe a passare a una licenza a pagamento.

Se ti è piaciuto l’articolo, non dimenticare di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato sui prossimi contenuti!

Tabella dei Contenuti

Iscriviti alla newsletter

Tabella dei Contenuti
Giacomo Lanzi

Giacomo Lanzi

Dopo studi in psicologia e letteratura, dal 2010 mi sono dedicato alla grafica web e all'editing per testi universitari. Sono un content creator per il web dal 2012. Dopo un'esperienza di due anni come manager di un team italiano per una compagnia internazionale a Berlino, ho deciso di tornare alla libera professione e di dedicarmi del tutto al web. Oggi offro servizi come autore, content creator, grafico web e SEO expert. Mi caratterizzano un attitudine al pensiero critico, abilità nella guida di un team, la cura dei dettagli e l'impegno che metto in ogni progetto, siano essi personali o professionali.

Iscriviti alla newsletter
ottieni sconti e promozioni